BIO

This is not a brothel: questo non è un bordello, è una band. Dal 2011. Un’ode alla carne, al sudore, al sangue, alla vita e alla morte.

\\\\\

This is not a Brothel prende vita nel 2011. Ne fanno parte: Fabio Giobbe (voce e chitarra), Dino Cuccaro (batteria), Antonio Zannone (chitarra), Giuseppe Diotaiuti (chitarra) e Angelo Miccoli (basso).

A giugno 2013 la band esordisce col singolo This is not a Brothel, che anticipa di qualche mese il disco d’esordio della band. Il videoclip è diretto da Antonio Zannone e vede come protagonista, nei panni di sexy vendicatrice, Roberta Gemma, una delle più note interpreti italiane del mondo hard. Grazie al video in questione, la band ottiene una menzione speciale della critica al Roma Videoclip Festival 2013 – Sezione Indipendenti ed un discreto interesse da parte di pubblico e stampa di settore. La clip viene notata dalla rivista web americana NME, che la pubblica.

A marzo 2014 esce, esclusivamente su vinile, l’album omonimo This is not a Brothel, un concept sviluppato intorno a storie di vita condotte “al limite”, connotate da una forte impronta erotica e cantate su un tappeto musicale che mescola Alternative e Stoner rock in stile ’90. Due dei testi dell’album, This is not a Brothel e Immaculate, nascono dalla penna dello scrittore Gianluca Merola, autore di Dio taglia ’60. Il disco è pubblicato in anteprima su Shiverwebzine.com, che scrive: “Un disco per corpi lascivi e animi inquieti, in grado di raccontare in modo crudo e diretto le esistenze di personaggi sempre in bilico sulla lama del rasoio della vita”. L’album ottiene diverse recensioni positive da parte di riviste e webzine musicali, tra cui Buscadero, spaziorock.it, metalitalia.com, ed è inserito dalla webzine nerdsattack.it tra i dieci migliori dischi del 2014. La band presenta This is not a Brothel allo SMAV di Santa Maria a Vico e lo porta live in alcuni club del Centro-Sud Italia.

Marzo 2014 è anche il mese d’uscita di Zany Zoo, secondo clip della band, presentato presso la Galleria Arterrima Contemporary di Caserta. Il video, diretto da Antonio Zannone e tratto dal soggetto di Dino Cuccaro e Daniele Marucci, rappresenta il prequel del precedente This is not a Brothel; per tale ragione vede ancora una volta come interprete principale l’attrice Roberta Gemma. Grazie a Zany Zoo, la band è oggetto di uno speciale sul numero di giugno della rivista cinematografica Moveorama Mag, viene nuovamente selezionata per partecipare al Roma Videoclip Festival e rilascia diverse interviste radiofoniche (Radio Popolare Verona, Radio Shout). Inoltre, a ottobre 2014 Zany Zoo viene utilizzato come colonna sonora di un episodio della serie Fuel di Fanpage.

Settembre 2014 è un mese di cambiamenti. La band subisce un cambio di line-up: a Dario Emanuele subentra al basso Angelo Miccoli, già attivo con Giobbe e Cuccaro negli Sleeping Beauty. Le sonorità dei Brothels assumono connotati nuovi e ciò per il quintetto costituisce uno stimolo a comporre nuova musica.

La lavorazione dei nuovi brani dura due anni. Per ultimare il processo creativo, a dicembre 2015 la band si ritira per una settimana in una villa nella Valle del Sele. Nel frattempo, inizia il sodalizio con l’etichetta I Make Records di Francesco Tedesco, che cura la produzione artistica del nuovo disco, registrato presso gli I|M Recording a partire da giugno 2016. Tutti i testi dell’album, uno sguardo intimo, crudo e talvolta brutale sulla realtà circostante, sono affidati ancora una volta allo scrittore Gianluca Merola.
A giugno 2017 esce il singolo Head High, che anticipa di qualche mese l’uscita di Far is here. La nuova release sarà pubblicata – nuovamente su vinile – il 29 settembre, su etichetta I Make Records.

    ///   ///   ///   ///   ///

    Fabio Giobbe | Vocals & Guitar
    Dino Cuccaro | Drums
    Angelo Miccoli | Bass
    Antonio Zannone | Guitar
    Giuseppe Diotaiuti | Guitar

    FacebookYouTube